• +39 339 8772770
  • info@massimolucidi.it

Prima edizione del Premio “VALORE CORAGGIO” al Campidoglio (Sala della Protomoteca)

Prima edizione del Premio “VALORE CORAGGIO” al Campidoglio (Sala della Protomoteca)

Papa Francesco, l’ambasciatore italiano a Kiev Pierfrancesco Zazo, l’inviato di guerra Mattia Sorbi, l’iraniana ottantenne Gohar Eshghi, l’ex presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, il cantante Andrea Bocelli, l’astronauta Paolo Nespoli, il giornalista Massimo Lucidi tra i premiati della prima edizione del Premio ”VALORE CORAGGIO”, promosso dalla Fondazione Italia Sostenibile, con il Patrocinio del Comune di Roma e dell’Unesco.

Il primo dei premiati è appunto Papa Francesco, ”per il suo operato di missionario di pace con la ricerca, senza soluzione di continuità, di intesa e fraternità tra i popoli”, dice la motivazione. Il pontefice ha già ricevuto in Vaticano il riconoscimento e ha risposto con un messaggio, scrivendo, tra l’altro: ”Ringrazio vivamente per il gesto, per la sensibilità e per le espressioni di affetto”. 

Tra gli altri premiati ci sono: Massimiliano Sechi che, superando la sua condizione di focomelico, è riuscito a diventare campione di E-sport e Life coach aziendale; Claudia Gerini e la famiglia di produttori Lucisano, che con il film ”Lasciarsi a Roma” parlano del VALORE CORAGGIO; l’attore Massimiliano Gallo che ha fondato un’associazione per il rispetto della dignità dei lavoratori dello spettacolo; l’orafo Antonio Palladino che ha messo a disposizione la sua arte per la lotta alla violenza sulle donne; i sindaci dell’area del sisma nell’Italia centrale Michele Paniconi e Leonardo Ranalli, che insieme ad altri colleghi ad imprese e cittadini hanno creato una rete di Comunità di energia rinnovabile; la giornalista Fiamma Satta, che lavora inchiodata alla sua sedia a rotelle; Isabella Rossellini, per la sua lotta contro le molestie sessuali e la difesa degli animali; Giampaolo Nicolasi della Comunità Incontro per la lotta alle tossicodipendenze; Franco e Andrea Antonello, padre e figlio il cui impegno contro l’autismo è diventato il film ”Folle amore”. 

Ma ci sono anche eroi della vita quotidiana come Martina Nonni e Paolo Cetorelli rispettivamente cassiera e titolare di supermercato per la dedizione e solidarietà durante la pandemia, riconoscimenti speciali a Nino Vendome, a Fran Drechera e Massimo Lucidi. Per il giornalista Massimo Lucidi si tratta del primo Premio come Presidente della Fondazione E-novation, la quale promuove la cultura della vita, con continuità e diligenza, attraverso format di dialogo e di organizzazione della speranza; Premio Eccellenza Italiana e Stati Generali della Sostenibilità.

Inoltre, un premio alla memoria per il giornalista Amedeo Ricucci, recentemente scomparso.

Infine, in serata, l’iniziativa – nata da un’idea di Anna Rita Cammerata, condotta da Attilio Fontana, con Martina Sambucini madrina – alla quale hanno partecipato diverse personalità: il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani; il ministro per le Riforme Elisabetta Alberti Casellati; il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri; l’ex ministro Renato Brunetta; la presidente di Raicom Teresa De Santis; il rappresentante in Italia del parlamento europeo Carlo Corazza; la presidente Unesco Roma Maura Gentile; il vicedirettore del Daytime di Rai1 Angelo Mellone; la presidente dell’assemblea capitolina Svetlana Celli; l’assessore alla Cultura di Roma Miguel Gotor; il giornalista Giovanni Minoli; il presidente Consumatori Italia Rosario Trefiletti; il direttore del festival del cinema di Maratea Nicola Timpone; il giornalista scientifico Giorgio Di Bernardo; l’attrice e sceneggiatrice americana Kathrina Miccio; l’attore statunitense Armand Assante; il produttore e musicista Paolo Dossena; il direttore generale Copagri Cristina Solfizi e il presidente della Fondazione Italia Sostenibile Sergio Marini.

 

 

Massimo Lucidi