• +39 339 8772770
  • info@massimolucidi.it

Category ArchiveAttivita’ ed Eventi

Italians di Massimo Lucidi su America Oggi TV

Italians è l’innovativo format crossmediale televisivo e social ideato da Massimo Lucidi e che va in onda su America Oggi TV grazie alla sinergia con Canale Europa TV di Roberto Salvini. Dirette social e differite su sempre un maggior numero di canali testimoniano il successo di un format anche in termini di spettatori e pubblico raggiunto attraverso l’incrocio di piattaforme social e tv.

Italians nasce per raccontare le storie degli Italiani nel Mondo che meritano. Sono le storie di Talento e di Merito che raccontiamo anche attraverso il #premioeccellenzaitaliana che si realizza a Washington DC e che quest’anno festeggia la settima edizione. “Grazie anche alla nostra idea di TV che si ispira al modello pedagogico e di servizio della RAI di Bernabei per intenderci, perché fare informazione al tempo del Covid 19 e del post epidemia, la prima al tempo 4.0, ci responsabilizza e ci motiva. Non ci piace la TV dominante perchè si è rivelata inadeguata e pericolosa in questo periodo storico; “cattiva maestra televisione” di popperiana memoria spiega Massimo Lucidi

PONTI CULTURALI (SUL WEB) AL TEMPO DI COVID-19

Giovedì 23 Aprile, in occasione della Giornata mondiale del libro indetta da Unesco, andrà in onda la trasmissione televisiva e web “Ponti culturali” in diretta alle 18, con tanti ospiti, tra cui il direttore del tg 2 Gennaro Sangiuliano.
 
L’appuntamento per gli appassionati della lettura ideato e condotto dal giornalista Massimo Lucidi è sulla TV digitale Canale Europa ed America Oggi TV. La regia del format è curata da Roberto Salvini. Sarà, inoltre, possibile seguire la diretta anche dalla pagina Facebook “MassimoLucidi.it”
L’evento vedrà la partecipazione, oltre il direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano, di tanti autori come Francesco Serra, Alessandro Iovino, Gennaro Colangelo, Martina Luise, Stanislao De Marsanich, Alessandra Necci, Roberto Race, Tonino Scala e Igor Righetti.
 
L’emergenza Covid-19 ha bloccato tutti in casa. La biblioteca nazionale a Roma non farà più da cornice all’evento, come da programma, ma la voglia di ritrovarsi tra autori,editori e lettori è prevalsa. 
Un libro offre  la possibilità di innalzarsi, di spiegare le ali dell’immaginazione, permettendo di guardare oltre.
Forte di questa consapevolezza, tanti hanno accolto l’invito di Massimo Lucidi, – poliedrico giornalista – di aprire un ponte, culturale, nella giornata mondiale del libro, patrocinata dall’Unesco. E tante associazioni si sono dette pronte sul web a condividere la trasmissione.
Una maratona televisiva sul web, rivolta all’universo della lettura, che raccoglie virtualmente, la grande filiera di professionalità che ruota attorno alla creazione e alla diffusione di un’opera.  
L’iniziativa è dedicata, in questa edizione, al bicentenario dell’Infinito di Leopardi, a cui la stessa casa editrice Intermedia – di Isabella Gambini che interviene all’evento- ha reso omaggio con la pubblicazione, a maggio dello scorso anno, di un volume antologico curato da Cinzia Baldazzi e Maurizio Pochesci che raccoglie i contributi di quarantasette poeti e di quattordici artisti contemporanei italiani “Duecento anni d’infinito. 1819 2019 Poesia e pittura nel bicentenario dell’idillio leopardiano”.
Un omaggio al poeta che ha saputo oltrepassare i limiti imposti dalle costrizioni fisiche, culturali e materiali, fino a saper raggiungere, con la potenza dei suoi versi, l’Infinito; versi che saranno letti dall’attore Simone Poccia.
 

Massimo Lucidi va da Marzullo a Rai1 con Netiquette

 

La puntata andata in onda sabato 26 maggio di Mille e un Libro di Marzullo ha offerto all’autore Massimo Lucidi di presentare Netiquette, il libro best seller di Amazon che parla di educazione ed eleganza sui social. Il tema del galateo sulla rete può sembrare minore, un vezzo in un mondo sempre più social? Non di certo se si pensa alle patologie che ne vengono fuori e che sono state al centro di presentazioni svoltesi in tutta Italia, come il Cyber bullismo e la web dependance. Il vero tema è chiedersi se formiamo i giovani ad una intelligenza critica. Di certo il libro, primo quaderno social affronta bene la tesi di aprire un profilo social e distinguersi per educazione ed eleganza. Fa valore aggiunto.

Il Corriere della Sera attenziona lo scrittore Massimo Lucidi

Soddisfazione per il giornalista e scrittore Massimo Lucidi: essere nelle pagine nazionali del Corriere della Sera, per di più in economia, per il suo ultimo libro, “Il Caso Postalmarket.it”. Edito da #QuaderniSocial sulla piattaforma Amazon è balzato nella prima settimana tra i bestseller aziendali.
Massimo Lucidi è anche ideatore di questa singolare piattaforma editoriale, Quaderni Social, che si distingue nel promuovere il #webdelleopportunità con i libri #netiquette #networking #netreputation. 
 
 

Un libro sul caso Postalmarket.it 

Nel 1999, quando Amazon stava iniziando il passaggio da libreria online a sito di vendite generalista, in Italia esisteva una realtà di e-commerce in grado di offrire 22 mila prodotti a 22 milioni di clienti e di consegnare 10 milioni di pacchi all’anno, con la sua rete di distribuzione complementare alle Poste e una struttura di mille dipendenti. Era «Postalmarket.it», la piattaforma che stava dando nuova linfa al catalogo di vendite per corrispondenza inventato nel 1959 da Anna Bonomi Bolchini e poi passato alla tedesca Otto Versand. A idearne la virata digitale era stato Eugenio Filograna, l’imprenditore e allora anche senatore di Forza Italia, che aveva acquistato il marchio con il suo gruppo «Grande Distribuzione Avanzata». Alla fine del primo anno di attività, gli ordini digitali erano già circa il 20% del totale, con ricavi semestrali pari a 100 miliardi di vecchie lire e margine operativo lordo di 20 miliardi. Solo un anno dopo, però, questa «Amazon italiana» arrivava al capolinea. E oggi il libro «Il caso Postalmarket.it», scritto da Massimo Lucidi per la collana «Quaderni social» (e in vendita sul sito di Bezos) ripercorre la sua storia. Il volume è stato presentato ieri al Centro Studi Ameco di Filograna e ricostruisce l’avvio dell’e-commerce, le lotte sindacali, la quotazione in Borsa saltata per lo scandalo «Freedomland». Il pamphlet punta il dito sui «poteri consolidati» che affondarono la piattaforma: la finanza, col rifiuto della quotazione; il sindacato, accusato di mirare agli ammortizzatori sociali più che alla tutela del lavoro. «Postalmarket.it non è riuscita perché era un avanzamento eccezionale, unico al mondo. Ma una grande impresa non può funzionare in Italia senza l’aiuto dello Stato» ha detto Filograna. «Se avessimo ascoltato imprenditori come Filograna – ha ipotizzato Lucidi – forse ora non saremmo qui a transare su portali stranieri».

Giovanni Maria Fagnani
Corriere della Sera
04/07/2019

International Broker Art a Matera apre la convention internazionale 2020

Come aprire un incontro di formazione alle nuove sfide?
Sfide che vedranno IBA ancora crescere quale protagonista italiano nel mondo dei dealer. E che richiedono un periodico momento di confronto e formazione.
 
Si potrebbe rispondere con un motivatore formidabile. Un fuoriclasse. Ma non si tratta di un’azienda qualunque. International Broker Art è un’azienda culturale che trasmette i Valori della Bellezza e della Cultura nel tempo e nello spazio. Facendo crescere di Valore gli investimenti finanziari nell’arte contemporanea che propone al pubblico nazionale e internazionale. Un operazione finanziaria che di fatto è un grande progetto culturale condiviso e non esclusivo che richiama collezionisti e li apre al mondo della mostra museale. E le opere, cresciute di Valore tornano in circolo… diventano protagoniste di mostre ed eventi museali. È la grande intuizione di Danilo Gigante che nell’accrescere Valore trova sempre energie e risorse per meriti umanitari.  A favore dei più deboli. È diventa un unicum, la lezione del Cavaliere Gigante.
 
Come si fa a raccontare tutto questo? A emozionarsi? A formarsi. 
Non basta certo offrire la splendida cornice di Matera e un albergo stellato con spa   per una sera per ridestare l’emozione di un meeting aziendale per chi fa dell’emozione e dell’educazione al bello la propria quotidianità. Occorre puntare in alto. E allora il piacere di una visita privata, esclusiva, riservata alla Mostra curatissima della Salvador Dalì Universe che apre la sessione di formazione che viene arricchita da un grande Maestro di Cinema… l’arte visiva per eccellenza. Michele Placido va alla convention di International Broker Art e ascolta Danilo Gigante in cattedra che motiva e forma i propri collaboratori e l’intera filiera di consulenti e fornitori, la supply chain. E cosa dice Maestro Placido di fronte a questo momento di formazione continua di un’azienda di successo? “Danilo Gigante oggi sei tu il Maestro, il mio Maestro perché mi stai dimostrando come una fantastica mostra di Dalì, questa fantastica terra di Matera e il tuo originale modello di business possano generare una straordinaria economia culturale”. Grande l’emozione che ha invaso le menti e i cuori nel sentire queste parole per Gigante e i suoi collaboratori, primo fra tutti, il direttore di IBA Pasquale Crispino.
 
“Salvador Dalí – La Persistenza degli Opposti” è un percorso espositivo realizzato nel Complesso Rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci situato all’interno dei Sassi di Matera, organizzata dalla Salvador Dali Universe, alla presenza del consigliere d’amministrazione Massimo Ferrarotti. Alla convention di IBA hanno partecipato inoltre il Presidente del Comitato interparlamentare cinema e arti visive l’onorevole Nicola Acunzo. Il Duca Fabrizio Mechi Presidente della Accademia Mauriziana, Marco Limoncelli Presidente del Banco Preziosi e l’avvocato Asa Peronace di Milano che costruiscono con Francesco Colucci Art & Luxury Fond e Investment e il professor Massimo Lucidi il Comitato scientifico di IBA.
 

Conferenza Stampa “Dal Carosello al Corto” presso l’Ambasciata Italiana a Monaco

Ambasciata d’Italia a Monaco
Mercoledi 5 febbraio ore 11.30

DAL CAROSELLO AL CORTO 

Lo Smartphone Film Festival a Mallorca è il primo festival euromediterraneo del corto cinematografico, dedicato alle produzioni audiovisive realizzate attraverso l’utilizzo degli smartphone.  Un progetto itinerante che vedrà coinvolte le perle del turismo internazionale partendo dalle preziose isole minori mediterranee. 

La conferenza stampa di lancio a Montecarlo, in occasione del festival della canzone italiana, presenta la prima edizione che si svolgerà nell’esclusiva cornice di Port D’Andratx dal 18 al 21 giugno 2020. Durante l’estate sono già annunciati incontri di Cinema Corto a Capri, a Pantelleria, presidi del Premio Eccellenza Italiana che ogni anno si organizza a Washington DC nella settimana di ottobre dedicata a Cristoforo Colombo. 

“L’emozione ci guiderà in uno spazio di idee ed un laboratorio sperimentale per capire il futuro della società e della comunicazione, incoraggiando i giovani e i ”lontani” alla partecipazione e all’inclusione. Obiettivo è raccontare l’industria cinematografica attraverso gli occhi dei maestri e dei giovani talenti che danno e meritano Speranza” – dichiara Massimo Lucidi, giornalista internazionale e ideatore del format. 

“Un progetto internazionale che parla di Cultura e Cinema, che nasce in Italia e intende percorrere l’intero bacino mediterraneo, deve essere sostenuto da una politica nazionale che si fa protagonista e testimone del cambiamento” – dichiara Riccardo Di Matteo, Presidente dell’Associazione Sinergitaly che promuove l’evento, che è stato subito sostenuto da numerosi parlamentari che prenderanno parte alla presentazione a Montecarlo. 

 

 

Alla conferenza stampa che si terrà all’ambasciata d’Italia a Monaco come da invito che segue parteciperà l’on. Antonio Tasso vice presidente del gruppo misto alla Camera. Con Massimo Lucidi e Riccardo Di Matteo interverrà Antonella Testa figlia di Armando Testa, il papà del Carosello italiano.

Presentazione progetto

Si tratta di un progetto ambizioso a livello internazionale che vuole riunire attorno tutti i cultori del Cinema, anche se impossibilitati economicamente ad acquistare apparecchiature cinematografiche.

E’ possibile constatare anche a livello industriale l’utilizzo degli smartphone in molteplici settori, compreso quello artistico e, di conseguenza, anche nel settore audiovisivo. L’ambizione è quella di sfidare i videomakers, influencers e semplici Selfier tentando di veicolare le loro capacità, per la realizzazione non di un semplice video ma di una vera e propria opera artistica. Nascono così nuove figure professionali che vanno valorizzate (raccontate) e continuamente supportate (formate) dal sistema economico che ne deve acquisire consapevolezza. E il tema della #netreputation e del #digitalcontentmanager particolarmente cari all’autore Massimo Lucidi. 

Come partecipare
Per partecipare allo Smartphone Film Festival occorre presentare il proprio progetto inviandolo all’indirizzo mallorcasmartphonefilmfestival@esempio.it specificando nome e cognome dell’autore dell’opera, il proprio indirizzo email, un numero telefonico di riferimento, e riportando copia del modulo che troverai nel nostro sito web accompagnata dalla copia del documento firmato per la liberatoria della proiezione dell’opera durante l’evento finale.

Una volta individuata l’opera che utilizzerai per partecipare del Festival, dovrai scegliere la categoria tra quelle proposte dall’organizzazione:

– documentario: vuoi farci conoscere un luogo di interesse storico-culturale? Un evento tradizionale? Una storia particolare che merita di essere raccontata? Realizza il tuo documentario attraverso il tuo smartphone. Durata massima: 50 min.

– presa diretta:  cortometraggio (shortfilm) capace di unire una sceneggiatura emulando i  filmati realizzati in modalità “libera”. Verranno valutate le capacità dell’artista in base alle potenzialità di coinvolgimento diretto dello spettatore;

– Selfie-movie: realizza il tuo V-Log auto-riprendendoti, raccontandoci una tua esperienza o documentando un evento e descrivendolo. Verranno osservate le tue capacità di rappresentazione e le modalità in cui esponi il tuo argomento.

Importante: il materiale dovrà essere inviato via email attraverso wetransfer o in alternativa via
postale attraverso l’indirizzo: via esempio n° esempio. Il materiale verrà analizzato da una giuria di esperti che decreterà i vincitori. Il materiale non verrà restituito.

Serata di Gala
Partecipa all’esclusiva serata di Gala del Lancio del Festival giovedì 19 giugno alle 21,00 al Club De Vela di Port Andratx sull’isola di Maiorca, dove per una sera tutti saranno vincitori e partecipanti; con le proiezioni dei corti e le votazioni che si svilupperanno nei giorni a seguire. La proclamazione dei risultati è prevista da domenica 21. La consegna degli attestati e dei premi avverrà in una sede istituzionale.

Premio, la Casa, il Festival che raccontano l’Italia dell’Eccellenza

Torna per il terzo anno il Premio Eccellenza Italiana sul palco di Casa Sanremo.

Il Premio Eccellenza Italiana a Washington DC il prossimo 17 ottobre festeggia la settima edizione. Il Premio racconta l’Italia del Merito e del Talento. Il trionfo delle storie dove competenza e professionalità vincono su ogni male. Storie ordinarie, capaci di diventare straordinarie, per la carica umana e valoriale che trasmettono. Storie. Quelle che ispirano canzoni e film. E siccome il Premio racconta, Casa Sanremo racconta, la canzone e un film raccontano… ecco le ragioni e l’impegno che ogni anno ci portano a Sanremo a raccontare aziende e professionisti. Sfide e impegni che il Paese può sostenere e vincere. Negli ultimi 3 anni come Premio Eccellenza Italiana veniamo così ospitati e stimolati a partecipare sia al Festival della Canzone Italiana. Sia al Festival del Cinema di Venezia. Merito di due Amici visionari. Il patron di Casa Sanremo Vincenzo Russolillo e di Massimo Lucidi, il giornalista ideatore del Premio Eccellenza Italiana a Washington DC.
Venezia e Sanremo due straordinarie vetrine che generano Netreputation e Networking di Valore. “E se non lo capite ancora vi manca la bussola del futuro che segna, per un imprenditore globale che vuole capire cosa fare, la rotta ad incontro internazionale, a un festival dove con la scusa di una canzone o di un film si celebra l’eccellenza italiana” dichiara Massimo Lucidi. D’altronde già la sola macchina organizzativa sanremese sarebbe meritoria di un Premio per efficienza e risultato. Muovere migliaia di maestranze e professionalità diverse, vip, star e staff internazionali è davvero molto complicato. Ma anche molto meritorio.
Il genio di Leonardo di cui abbiamo appena concluso le celebrazioni dei 500 anni dalla morte ha fatto eredi in tanti campi e dovremmo porci sempre l’obiettivo di non ridurre l’eredità italiana, con un espressione molto cara italian heritage, alla sola tavola e ai format commerciali della ristorazione. L’Italia è meccanica di precisione, agricoltura e industria alimentare controllatissima, moda, creatività, professionalità scientifiche e accademiche di riferimento mondiale, persone e marchi che raccontiamo nei nostri salotti in Italia e premiamo nei nostri eventi all’estero, specie in America.
Dunque, appuntamento a Sanremo. Il 4 febbraio. Alle 14 a Casa Sanremo avremo Alessandro Lazzarin ceo di Latteria Montello; con una battuta si potrebbe dire, il nipote di Nonno Nanni. Che ci parlerà di packaging sostenibile ma anche di crescita aziendale in Italia e all’estero per un prodotto fresco, super controllato. Molto attesa Antonella Testa figlia del celeberrimo pubblicitario Armando Testa con la quale verrà lanciata una manifestazione che riprendendo il successo e i fasti del Carosello punta a diffondere la Cultura del Corto cinematografico. Torna la Fondazione Nahima, con Giovanni Sabetti che si conferma partner tecnologico e scientifico per la sicurezza interna e informatica per Governi in tutto il mondo. E si parla di sostenibilità ambientale con l’esperto aziendale e manager per l’innovazione Davide Spitale della testata giornalistica The Map, fortemente voluta da Unesco.

­

La Giornata Mondiale del Cinema Italiano

NASCE LA GIORNATA MONDIALE DEL CINEMA ITALIANO: la risoluzione parlamentare che impegna gli istituti italiani di cultura e le ambasciate italiane a dare spazio ogni anno ai nuovi autori e celebrare i grandi maestri del cinema italiano proposta dal deputato Nicola Acunzo ed approvata all’unanimità dalle commissioni riunite Affari Esteri e Cultura.

Conferenza Stampa di presentazione lunedì 20 Gennaio in occasione del Centenario della nascita di Federico Fellini, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati alle ore 11.30 con i membri dell’INTERGRUPPO PARLAMENTARE CINEMA E ARTI DELLO SPETTACOLO, presieduto dallo stesso Acunzo
Durante la conferenza sarà proiettato un docufilm con Fellini, sulla nascita del TeatroTenda e dei suoi protagonisti.

Seguirà in serata un evento di presentazione organizzato da Fondamenta la Scuola dell’Attore diretta da Giancarlo Sammartano.
L’evento inizierà alle ore 19:30 con un aperitivo di benvenuto.

La serata sarà condotta e moderata dal giornalista Massimo Lucidi ideatore del Premio Eccellenza Italiana a Washington DC e vedrà in collegamento da Hollywood Pascal Vicedomini pioniere del cinema italiano in America con Capri Hollywood dal 1996, Ischia Global Fest dal 2003 e il Los Angeles Italia Film Festival dal 2006; da Bruxelles Il Conte Leonardo Clerici presidente della Fondazione Skriptura e Marco Gallotta da New York , artista e maestro del paper cutting creatore del logo della Giornata mondiale del cinema italiano 🎬
Sarà possibile inoltre vedere il poster de “La dolce vita“ di Mimmo Rotella gentilmente in prestito grazie alla International Broker Art di Danilo Gigante.
Tutti i dettagli dell’iniziativa saranno spiegati da Nicola Acunzo in quanto ideatore della “Giornata Mondiale del Cinema Italiano”.
Saranno proiettati tre cortometraggi di tre autori di talento che avranno ulteriore visibilità all’estero nell’ambito del Los Angeles-Italia film fest di Pascal Vicedomini e sono :
“Di Chi è la terra? “ di Daniela Giordano.
“In Zona Cesarini “di Simona Cocozza.
“Bellissima” di Alessandro Capitani.
Tutto nello spirito di una iniziativa che vuole evidenziare i nuovi autori del nostro cinema
🎬🇮🇹

Vi aspettiamo.
Un grazie speciale e i complimenti a Nicola Acunzo a PASCAL VICEDOMINI e a tutti gli staff che stanno collaborando. 

Prof. Massimo Lucidi a capo di Egocreanet dell’Università degli Studi di Firenze

Nel corso della riunione di sabato 7 dicembre a Firenze il cluster Egocreanet dell’Università degli Studi di Firenze, fondato dal Prof. Paolo Manzelli, ha stabilito di incaricare il Professore Massimo Lucidi quale coordinatore del gruppo di studio internazionale e interdisciplinare fondato nel 1997  dallo stesso Manzelli che ha dichiarato nel cedere il testimone: “il passaggio avviene nella continuità del messaggio e nella crescita funzionale che dalla divulgazione punta alla formazione e ritrova in Milano un nuovo centro, oltre quello accademico di Firenze”. Il professor Lucidi ha accettato, manifestando l’impegno ad aprire sempre più il cluster alle esperienze accademiche e imprenditoriali dell’intero pianeta che guarda con fiducia e ammirazione alla terra di Leonardo e all’Italia come luogo di creatività eccellente.

La Sicurezza Partecipata

Nella Sala Giovanni Paolo II alla Pontificia Università  Urbaniana giovedi 12 dicembre alle 14 si tiene l’incontro “la sicurezza partecipata” al quale partecipano su iniziativa di ISDC e su invito di Fondazione Nahima numerose istituzioni italiane e straniere e tante imprese dell’articolata filiera Security & Security.

Due sessioni di lavoro moderate dal giornalista Massimo Lucidi -ideatore del format assieme all’ethical hacker Giovan Battista Caria – che ha coinvolto subito Padre Franco Ciccimarra presidente di Agidae e Fondazione Nahima che opera per lo sviluppo e la Pace nel mondo. 

Ispirati dall’ Enciclica Laudato si’, i promotori dell’incontro intendono attivare un dibattito squisitamente etico, ma anche deontologico, tecnico e tecnologico sul macro tema della tutela del territorio Socialmente ed Economicamente Sostenibile, della Resilienza e dello sviluppo economico armonioso e giusto. Il tutto in un contesto “universale” per definizione, quello Vaticano, che si candida quale “sede” ideale per temi di caratura globale. A corollario, l’approfondimento di un case history internazionale, il progetto IPA INTERREG – partecipato da Regione Puglia e Molise per l’Italia, Albania e Montenegro – in una progressione che spazia dalla prevenzione e contrasto dal disastro ambientale all’analisi di realtà più quotidiane, ma non meno impegnative. Confermate le presenze di alcuni ambasciatori mediorientali; due collegamenti da New York e Tirana e la possibilità di rilasciare attestati di partecipazione ai professionisti che ne fanno richiesta.