• +39 339 8772770
  • info@massimolucidi.it

Archivio dei tag teatro sistina

intervista a Massimo Lucidi in occasione del Premio Orgoglio Italiano

Oggi ho avuto il piacere di intervistare Massimo Lucidi, giornalista economico internazionale, chiamato a premiare alcune imprese in occasione del Premio Orgoglio Italiano

«Questa sera in occasione del Premio Orgoglio Italiano, è stato per me un grande “Orgoglio” presentare e premiare le tante eccellenze italiane che ogni anno cerchiamo di raccontare anche a Washington con il Premio Eccellenza Italiana».

Ha commentato così Massimo Lucidi, ospite alle celebrazioni del Premio Orgoglio Italiano che stasera si è tenuto al teatro Sistina di Roma.

Molte le aziende leader italiane premiate:

 

Luciano Ponzi Investigazioni, che vanta una storia lunga partita dal nonno Vittorio, ma, soprattutto, dal più celebre Tom Ponzi, che questa sera è stata raccontata dalla terza generazione, impersonata da Federico Cerioli.

 

International Broker Art, il progetto di Danilo Gigante per la promozione dell’arte italiana nel mondo, che sul palco del Sistina ha anche ricordato che il patrimonio italiano rappresenta l’80% di quello mondiale.

 

TakeOff, l’incubatore delle startup che permette loro di affermarsi nel panorama italiano, ovvero in quello europeo, portandole ad essere startup di successo nonostante le difficoltà in italia.

 

 

Udisens, l’azienda di successo guidata da Agostino e Simone Sperati, specializzata in soluzioni acustiche d’avanguardia che permettono al paziente di tornare ad un udito praticamente perfetto nonostante le ridotte dimensioni dell’apparecchio.

 

«Una serata in cui sono stati tanti gli ospiti – conclude Massimo Lucidi – anche la famosa attrice Helma Nocera ritratta con me in foto».

Al Sistina il Premio Orgoglio Italiano

Riparte da Roma, dopo dieci edizioni itineranti in Europa e Stati Uniti, il “Premio Orgoglio Italiano”, dedicato alle eccellenze che si sono distinte a vario titolo nel nostro Paese.

L’evento, in collaborazione con l’Associazione Progetto Italia, si terrà lunedì 5 febbraio alle 20.30 nella cornice del prestigioso Teatro Sistina di Roma.

Il premio, ideato nel 2008, intende rendere omaggio all’impegno dei principali protagonisti imprenditori, artisti, esponenti della comunicazione e dei media, della scienza, delle istituzioni che, nei diversi ambiti professionali, diffondono l’eccellenza italiana nel mondo.

Nel corso della serata verranno consegnati numerosi riconoscimenti alla carriera per le sezioni cultura, scienza, tecnologia, informazione, sport e sociale.

La serata, presentata dalla giornalista TGR RAI Roberta Ammendola, vedrà salire sul palcoscenico dei premiati d’eccezione: Massimo Ranieri per la sua instancabile attività live, in particolare per “Sogno e son Desto”, lo spettacolo ideato e scritto con Gualtiero Peirce che ormai vanta un gran numero di edizioni, Enrico Montesano con un tributo alla sua carriere ricca di strepitosi successi, Antonio Giordano, lo scienziato che ha individuato il gene immunosoppressore del cancro, Maurizio de Giovanni, lo scrittore italiano tradotto in cinque lingue nel mondo, Attilio Belloni, Presidente della Camera Penale di Napoli, Eva Carducci, video editor per Fox Life, Arturo Mariani e il Comitato Italiano Paralimpico che coordina e gestisce le attività sportive per persone disabili sul territorio nazionale assicurando il diritto di partecipazione all’attività sportiva in condizioni di uguaglianza e pari opportunità, LINK Premio Luchetta, una vera officina del ‘buon giornalismo’ che ha come mission la sensibilizzazione sull’infanzia violata nel mondo, l’organizzazione internazionale SOS Villaggi dei Bambini che da oltre 60 anni si occupa di minori in difficoltà in 135 Paesi e la Fondazione Biagio Agnes, che si pone l’obiettivo di incoraggiare e promuovere iniziative nel campo della cultura, dell’informazione e della comunicazione in ogni suo aspetto, con particolare riferimento al mondo dei giornalisti.

L’evento sarà arricchito dalle esibizioni di Sal da Vinci, del tenore Daniele Zanfardino, del cantante Stefano Artiaco premiato con un Award per la diffusione multiculturale, dall’elettroswing di Piji, di Betta Cianchini e Alan Bianchi che da anni si occupano di format artistici a vocazione sociale ed ancora, dai quadri di Carlo Alberto Terranova Sarli New Land, solo per citarne alcuni.

Il “Premio Orgoglio Italiano” è stato consegnato al NIAPAC – National Italian American Political Action Committee, a Gina Lollobrigida ed è stato “ospite d’onore” alle convention del NIAF – National Italian American Foundation.

Significativa la presenza in Sala dell’ideatore del Premio Eccellenza Italiana, Massimo Lucidi, chiamato al Sistina a premiare Udisens con il Premio Orgoglio Italiano, vincitrice del Premio Eccellenza Italiana 2017 a Washington. E non sarà la sola testimonianza di un ponte operoso tra Roma e Washington DC. In effetti i vincdiori del Premio in America che a Roma ritirano un nuovo riconoscimento sono una nutrita pattuglia: Luciano Ponzi, investigatore, Internationa Broker Art, originale progetto culturale, e Take Off, l’incubatore delle startup.

Fioccano i premi per Danilo Gigante

In arrivo il Premio Orgoglio Italiano che vedrà premiata International Broker Art

Dopo le dieci edizioni del Premio Orgoglio Italiano che si sono tenute in itinere tra l’Europa e gli Stati Uniti d’America, quest’anno si terrà la prima in terra Italiana.
È proprio al Teatro Sistina di Roma, infatti, che il 5 febbraio 2018 dalle ore 20:30 Roberta Ammendola, giornalista RAI e Direttrice artistica del Premio, consegnerà l’ambito premio ai tanti italiani che si sono distinti nei rispettivi campi professionali. Rispettivamente le sezioni saranno sei, quali cultura, scienza, tecnologia, informazione, sport e sociale.

Per quanto riguarda la sezione cultura, il Premio sarà consegnato a Danilo Gigante, Presidente di International Broker Art, progetto di intermediazione di opere d’arte, grazie alla mission portata avanti col suo progetto, IBA, appunto. Sono molti, infatti, i talenti scovati da Danilo Gigante e dall’osservatorio di IBA incaricato di discernere i giovani artisti talentosi, da coloro che hanno semplici ambizioni personalistiche.

Danilo Gigante, dunque, un uomo di cultura (soprattutto contemporanea) che è stato in grado di creare un sistema volto alla meglio valorizzazione e partecipazione in eventi e fiere nazionali ed internazionali di artisti protagonisti del nuovo orgoglio artistico tutto italiano.