• +39 339 8772770
  • info@massimolucidi.it

Archivio dei tag washington dc

Sabato 19 ottobre a Washington DC la cerimonia del Premio Eccellenza Italiana

Al via la sesta edizione del Premio Eccellenza Italiana, che anche quest’anno vedrà consegnato l’ambito riconoscimento a quanti si sono distinti nei propri settori di competenza. Nel ricco programma della settimana, dove il Premio in occasione del Columbus Day presenta numerosi eventi a New York e a Washington DC, arriva pure un graditissimo ospite d’eccezione: il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella che, dai banchi di St. Patrick Cathedral, “benedirà” il Premio ideato dal giornalista Massimo Lucidi che guida il folto gruppo di candidati, vincitori e comitati.

Il prossimo 19 ottobre, nella prestigiosa cornice del Café Milano (www.cafemilano.com), che da sempre ospita l’evento, si svolgerà la cerimonia di conferimento del Premio Eccellenza Italiana (www.premioeccellenzaitaliana.it), giunto alla sua VI edizione.
«Un Premio che racconta il Merito e il Talento e cresce perché il Paese sta crescendo e sta cambiando sempre più proteso con fiducia al futuro e ai mercati internazionali» ha commentato l’ideatore e segretario generale, il giornalista economico Massimo Lucidi. «La sesta edizione del Premio a Washington DC – prosegue Lucidi – rappresenta per noi un momento di svolta incredibile. Prima di tutto per la conferma del format». L’evento, infatti, come ogni anno raccoglie il patrocinio del Ministero per gli Affari Esteri Italiano, ma viene interamente organizzato con fondi privati, generando così un evento culturale, pieno di incontri e risvolti professionali, di business, per tutta la “Famiglia del Premio”. Unico obbligo: credere nella cultura del Merito e del Talento, ovvero condividere azioni e momenti di straordinario Networking.

Proprio nel solco di questo Networking, il Premio Eccellenza Italiana non si costituisce della mera consegna degli Awards a Washington DC, ma è un percorso condiviso e supportato da diversi partner, tra cui ASMEF e Carnovale Foundation, molte Università italiane e straniere che dura un intero anno, dal quale sono nate oltre cento candidature.
Infatti, numerosi sono i profili candidati ad esempio, da ASMEF (Associazione Mezzogiorno e Futuro), presieduta da Salvo Iavarone; un’associazione riconosciuta e istituzionalizzata dalla Farnesina e partecipata dallo stesso Lucidi. Cosi come dal partner Sinergitaly.
«Fare squadra e farlo bene è importante – ha proseguito Lucidi – perché nell’età della comunicazione digitale, la società dell’informazione rischia seriamente di non dare Valore e trasformare i mille stimoli informativi in Comunicazione appunto». E se è vero che, mutatis mutandi, “I Premi abbondano sulla bocca dei superficiali”, è altrettanto vero che “viviamo un un’era dove il conformismo e la ricerca del futuro spesso senza consapevolezza del sé e del presente la fanno da padrone” si legge nella presentazione dell’edizione 2019.
La sesta edizione del Premio Eccellenza Italiana, presieduto da George Guido Lombardi, amico, socio e vicino di casa sia in Trump Tower che a Mar-A-Lago del Presidente Donald Trump, è articolato in differenti sezioni, ognuna per la quale sarà premiato il vincitore designato dal Comitato del Premio:

Per la sezione INDUSTRIA: Sanremo Coffee Machines (www.sanremomachines.com), della famiglia De Sordi, leader mondiale nella produzione delle macchine per il famoso espresso italiano, prodotto dalle macchine “Sanremo” L’azienda, che esporta in tutto il mondo, sarà presente a Host Fiera Milano, la fiera leader mondiale dedicata al mondo della ristorazione e dell’accoglienza, dove il 20 ottobre eccezionalmente sarà consegnato il Premio Eccellenza Italiana dal suo ideatore Massimo Lucidi, dal Presidente del Premio George Guido Lombardi, coadiuvati da numerose istituzioni che stanno dando adesione.

Per la sezione CONSULENZA: Centro Studi Ameco (www.ameco.it), con una storia di cinquant’anni, si è evoluto grazie allo straordinario lavoro di Eugenio Filograna che, dopo averlo rilevato, sempre con uno sguardo al futuro, ha intuito la professione del commercialista sempre più a braccetto con il legale aziendale. Ameco, dunque, si distingue per la tipologia di consulenza di Valore che può vantare di offrire, a prezzi competitivi sul mercato. Eugenio Filograna è titolare con Ameco di un gruppo di imprese in diversi comparti economici che fattura 866 milioni l’anno (nel 2017) e da lavoro a migliaia di persone.

Per la sezione PROFESSIONI: Professor Francesco Inchingolo (www.francescoinchingolo.it),, docente e dirigente medico odontoiatra presso la Scuola di Medicina dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, è Professore di Chirurgia Orale e Chirurgia Maxillo-Facciale. Nel corso della sua carriera vanta oltre 300 pubblicazioni ed è investito di numerosi titoli di Visiting Professor presso numerosi prestigiosi Atenei Internazionali.

Per la sezione DESIGN: Silver Prince, l’azienda di Francesco Silvestri, leader mondiale nella produzione di materassi. L’azienda ha lanciato la sua nuova linea “Pale”, scelta anche dalla campionessa mondiale Vanessa Ferrari, non solo un omaggio alle forme, ai materiali e alla cura del sonno, ma anche un forte valore sociale. Pale è un omaggio al giovane figlio Pasquale prematuramente scomparso: ciò è da esempio, poiché insegna che anche se la vita è dura l’impresa deve sopravvivere anche per amore di coloro che l’hanno creata, vissuta, amata.

Per la sezione MODA: Malo (www.malo.it), lo storico brand di maglieria di cui Walter Maiocchi è Presidente. Un’azienda che guarda al futuro, che sta rinnovando il marchio senza mutarne il dna, ovvero quanto rappresenta oggi lo stesso per la generazione degli anni settanta, conquistando anche la nuova fascia di clienti di lusso: i Millennials.
Angelo Bervicato (www.angelobervicato.it), il prestigioso marchio nato dallo stilista Angelo Bervicato che produce scarpe da donna e da equitazione, selezionando i pellami e i tessuti di primissima qualità, e scegliendo i colori glamour alla moda. È coniato, così, il termine “scarpe alla moda”.

Per la sezione TURISMO E MARETING DEL TERRITORIO: Gruppo Acanfora Hotel (www.acanforahotels.com), la prestigiosa catena di hotel di lusso della Famiglia Acanfora, che comprende Alberghi e Resorts di 4 e 5 stelle sulle spiagge dorate della Costa del Cilento, ma non solo.

Per la sezione COMUNE D’ITALIA: Montesano sulla Marcellana (www.comune.montesano.sa.it), il piccolo comune in provincia di Salerno ben guidato dal Sindaco Giuseppe Rinaldi. Nonostante la collocazione Campana e i numerosi stereotipi sul meridione, questo Comune è esempio virtuoso di buona gestione della “Res Pvblica”.

Per la sezione, SUD: CMD Avio (www.cmdavio.com), con il suo Amministratore Delegato Mariano Negri, ha una forte propulsione per il territorio del mezzogiorno, in particolare la Basilicata, permettendo lo sviluppo di nuove tecnologie. Con l’ultimo piano di ammodernamento delle linee, infatti, CMD ha avviato la produzione di nuovi motori destinati all’aviazione in generale, e ai velivoli senza pilota. CMD ha reso la Basilicata come la Silicon Valley, o almeno ci prova. Istituzioni e sistema Italia permettendo, potremmo aggiungere.

Per la sezione ARTI E MESTIERI: Massimo Biale, chef dello Stato Maggiore e luogotenente dell’Aeronautica militare italiana. Entrato in Aeronautica come controllore di volo, la passione per la cucina l’ha coltivata all’ombra della torretta. Abile ai fornelli, è stato convocato a Roma per addestrare le nuove leve, insegnando loro anche l’organizzazione delle cucine campali per le missioni estere. In occasione delle olimpiadi di Rio, è uno dei quattro chef di “Casa Azzurri”. Da poco meno di un anno, è entrato a far parte del circolo ufficiali delle forze armate d’Italia dove ha assunto il ruolo di “Responsabile ristorazione del circolo interforze”. Di fatto un Ambasciatore della Tavola e della Tradizione Italiana.

Per la sezione MANAGER DELL’ANNO: Amedeo Manzo Presidente della Banca Credito Cooperativo di Napoli, non manca dell’“allegria” napoletana, pur mantenendo il rigore professionale. È riuscito dove altri hanno fallito; l’apertura della Banca Credito Cooperativo a Napoli ne è un esempio. Nessuno vi credeva, ma alla fine è una banca in utile da dieci anni consecutivi che ad oggi vanta oltre 4 mila soci. Il Premio gli vale anche per il lavoro di commissario di Municipalizzate a Napoli che grazie al suo impegno e al rigore gestionale sono state risanare evitando disastri e collassi del sistema pubblico a Napoli.

Per la sezione NUOVE PROFESSIONI: Francesco Zen, vip trainer a Londra e ambasciatore di italianità; allena la nobiltà inglese, e le giovani star, gli industriali più famosi, e i manager della city di cui per rispetto della riservatezza non sono forniti i nomi. Ma andate a trovarlo a Kensington, chiedetegli appuntamento per un workout e ne vedrete delle belle… Zen sarà premiato a Londra e si pensa ad un evento in collaborazione con Simergitaly che col suo Presidente Riccardo Di Matteo si sta distinguendo sempre più per un impegno in Europa.

Per la sezione ITALIAN HERITAGE: Famiglia Ferrara (www.ferrarausa.com), fondatori della storica Ferrara Candy, uno dei maggiori produttori di confectionary non a base di cioccolato negli Stati Uniti. L’azienda della Famiglia Ferrara, costituita nella Chicago degli anni venti e venduta recentemente al gruppo Ferrero, è una grande azienda italiana, che ha fatto dell’italianità un motivo di vanto. La storia dei bisnonni è straordinaria: emancipando il cliché degli italiani mafiosi, i Ferrara affermano la verità degli Italiani laboriosi e lavoratori, sensibili e studiosi che hanno saputo cogliere il meglio dalla Land of Opportunity.

Per la sezione CINEMA: Denise Sardisco, la giovane attrice siciliana che, dopo diverse esperienze teatrali, approda al cinema con la fantastica storia tratta dal famoso romanzo di Jack London “Martin Eden”. Denise, sarà premiata il prossimo 28 ottobre alla Camera dei Deputati da Nicola Acunzo, parlamentare e presidente del Comitato Interparlamentare Cinema, tra l’altro vincitore anche lui della prima edizione del 2014 del prestigioso Awards a Washington DC.

Ricco dunque il parterre di personalità e storie che saranno raccontate e premiate a Washington DC dal Presidente del Premio Eccellenza Italiana George Lombardi, dal Presidente di Asmef Salvo Iavarone e da tanti Amici del comitato che assieme a candidati e vincitori condivideranno una settimana piena di impegni.
“Anzi due settimane” rilancia Massimo Lucidi in partenza per Miami. “Di fatto da martedì saremo impegnati per il FITCE a Fort Lauderdale ospiti della Fondazione Renaissance Evolution partner americano del Premio. Poi a NYC saremo lietissimi di incontrare il Presidente Mattarella in proseguimento per DC e San Francisco. Noi viceversa con la Carnovale Foundation saremo a Manhattan per incontri e convegni culturali e presenteremo “Postalmarket.it”. Grazie a Urbani Truffles presenteremo i Quaderni Social. Grazie a ICE e al John Calandra Institute parleremo di export in USA in queste calde settimane di confronto sui dazi” Queste ultime righe, chiosa Lucidi esprimono l’inimitabile Valore del Premio Eccellenza Italiana che sviluppa Networking e Netreputation

Al Sistina il Premio Orgoglio Italiano

Riparte da Roma, dopo dieci edizioni itineranti in Europa e Stati Uniti, il “Premio Orgoglio Italiano”, dedicato alle eccellenze che si sono distinte a vario titolo nel nostro Paese.

L’evento, in collaborazione con l’Associazione Progetto Italia, si terrà lunedì 5 febbraio alle 20.30 nella cornice del prestigioso Teatro Sistina di Roma.

Il premio, ideato nel 2008, intende rendere omaggio all’impegno dei principali protagonisti imprenditori, artisti, esponenti della comunicazione e dei media, della scienza, delle istituzioni che, nei diversi ambiti professionali, diffondono l’eccellenza italiana nel mondo.

Nel corso della serata verranno consegnati numerosi riconoscimenti alla carriera per le sezioni cultura, scienza, tecnologia, informazione, sport e sociale.

La serata, presentata dalla giornalista TGR RAI Roberta Ammendola, vedrà salire sul palcoscenico dei premiati d’eccezione: Massimo Ranieri per la sua instancabile attività live, in particolare per “Sogno e son Desto”, lo spettacolo ideato e scritto con Gualtiero Peirce che ormai vanta un gran numero di edizioni, Enrico Montesano con un tributo alla sua carriere ricca di strepitosi successi, Antonio Giordano, lo scienziato che ha individuato il gene immunosoppressore del cancro, Maurizio de Giovanni, lo scrittore italiano tradotto in cinque lingue nel mondo, Attilio Belloni, Presidente della Camera Penale di Napoli, Eva Carducci, video editor per Fox Life, Arturo Mariani e il Comitato Italiano Paralimpico che coordina e gestisce le attività sportive per persone disabili sul territorio nazionale assicurando il diritto di partecipazione all’attività sportiva in condizioni di uguaglianza e pari opportunità, LINK Premio Luchetta, una vera officina del ‘buon giornalismo’ che ha come mission la sensibilizzazione sull’infanzia violata nel mondo, l’organizzazione internazionale SOS Villaggi dei Bambini che da oltre 60 anni si occupa di minori in difficoltà in 135 Paesi e la Fondazione Biagio Agnes, che si pone l’obiettivo di incoraggiare e promuovere iniziative nel campo della cultura, dell’informazione e della comunicazione in ogni suo aspetto, con particolare riferimento al mondo dei giornalisti.

L’evento sarà arricchito dalle esibizioni di Sal da Vinci, del tenore Daniele Zanfardino, del cantante Stefano Artiaco premiato con un Award per la diffusione multiculturale, dall’elettroswing di Piji, di Betta Cianchini e Alan Bianchi che da anni si occupano di format artistici a vocazione sociale ed ancora, dai quadri di Carlo Alberto Terranova Sarli New Land, solo per citarne alcuni.

Il “Premio Orgoglio Italiano” è stato consegnato al NIAPAC – National Italian American Political Action Committee, a Gina Lollobrigida ed è stato “ospite d’onore” alle convention del NIAF – National Italian American Foundation.

Significativa la presenza in Sala dell’ideatore del Premio Eccellenza Italiana, Massimo Lucidi, chiamato al Sistina a premiare Udisens con il Premio Orgoglio Italiano, vincitrice del Premio Eccellenza Italiana 2017 a Washington. E non sarà la sola testimonianza di un ponte operoso tra Roma e Washington DC. In effetti i vincdiori del Premio in America che a Roma ritirano un nuovo riconoscimento sono una nutrita pattuglia: Luciano Ponzi, investigatore, Internationa Broker Art, originale progetto culturale, e Take Off, l’incubatore delle startup.

Comunicato stampa

Il neonato “indigenous movement” ha deciso di intraprendere una lotta culturale contro la storia e i valori della Tradizione Giudaico-Cristiana e contro l’esploratore Italiano Cristoforo Colombo, eliminando il tradizionale Columbus Day in quanto, secondo loro, “fu un genocidio”. Il tipico atteggiamento di chi odia i valori cristiani e desidera cancellarli.
Il presidente del Premio Eccellenza Italiana 2017, George G. Lombardi, ha, quindi, lanciato un appello al Presidente Americano Trump, chiedendogli di intervenire contro l’isteria che in queste settimane ha coinvolto gli Stati Uniti.
Di seguito pubblichiamo la lettera integrale fatta recapitare al 1600 di Pennsylvania Avenue.

 

 

New York, 8.29.2017

President Donald J. Trump
White House
Washington, D.C.

Subject: Media Attacks to Christopher Columbus and the cultural and historical identity of Italy in the U.S. and the recent hysteria on “offensive” statues.

 

Dear President Trump,
These days we continue to witness the unjustifiable, unjust, and insensitive campaign of the so-called “indigenous movement” of the United States.
This new cultural war is affecting a consolidated and solid historical figure: Christopher Columbus, and the extraordinary relationship between Renaissance Italy, that of Saints, Navigators and Poets with the New Continent and the Americas.

Christopher Columbus is an explorer and will always remain so in all pf history. But also in the heart of a large community, not only the Italian-American, but in most Americans.

Italians emigrated to America in the centuries that followed 1492.
Italians have fought and worked hard, with their head high and with sacrifices full of momentum and passion, for their new homeland. They helped build the land of opportunities and the first world power and a bastion of democracy and freedom.

What happens these days, with the removal of historical statues, has no place in American history. This “indigenous” movement has no historical foundation, no cultural logic, but only an irrational anti-Christian and anti-traditional sentiment. Columbus is the one who discovered America. This improbable and sudden historical revisionism is accompanied by the recent, singular and profoundly conflicting phenomenon for those who care for the civil growth of a nation in respect ti the values of its own history: the destruction of “Southern” and other “offensive” statues.

What is unpleasant, but explains the difficult historical moment is just the wicked attempt to exploit the question, if there was a just reason in history, in political terms.

The Democratic Mayor of New York, Bill De Blasio (Original name Warren Wilhelm Jr. [1] May 8, 1961) has formed a commission to evaluate our present (Italians) Monuments in the city. Columbus will become the face of anew wave of discrimination against Italian and American communities.

What is happening in New York, Detroit and San Jose is just the tip of the iceberg of an irrational revolt against our history and Values of Judeo-Christian Tradition and against Columbus. This, if we do nothing, will translate into and manifest an unjust mortification towards the Italian American community and the even our upcoming Columbus Day.
Hands off Christopher Columbus and his great achievements, I say.

What I am here to ask, presiding over the “Italian Excellence Award” initiative that this year comes to the Fourth Edition on October 14th in the week of Columbus Days, is to defend the Italo American community and our values and traditions.

Dear President Trump, most of the Italian-American community has been your solid supporters for decades, help us, in this difficult time, to defend our common culture and Christin identity. We are at your disposal of any action you want to get started. In addition, the Executive Committee of the Italian Excellence Award, which will be in Washington D.C. on October 14, at 12:00 at Cafe Milano, will continue to highlights this call to defend Columbus Day and all that the Italians have contributed over the centuries. We invite you to share with us, though only in spirit, in the 2017 Columbus Day Parade in New York and other American cities.
Sincerely

George Guido Lombardi

President Excellence Awards 2017

Amatrice Vive

Sabato 8 Luglio, nell’Area Food di Amatrice in Località Villa San Cipriano si svolgerà il 2° Forum Formazione all’Amatriciana. Un appuntamento annunciato già ad Ottobre dello scorso anno, durante la prima edizione del Forum, a Milano, con la partecipazione di ben 21 formatori arrivati da ogni parte d’Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come nella precedente edizione, l’evento è promosso da Sergio Gaglianese, vicepresidente di Confassociazioni e ideatore di questa iniziativa di solidarietà che testimonia la volontà di mantenere viva l’attenzione sui problemi di una popolazione duramente provata. Attraverso la raccolta fondi ed un aperto confronto sugli aspetti sociali, culturali, economici che possono guidare la ricostruzione, un team multidisciplinare di professionisti animerà il Forum, per ribadire la necessità di un impegno comune a sostegno di tutti i territori colpiti dal sisma del 24 Agosto.

La formazione, i percorsi enogastronomici sinergici al turismo e le strategie di cooperazione per il rilancio del territorio saranno solo alcuni dei temi discussi nel corso del Forum.
È previsto un intervento del giornalista Massimo Lucidi, ideatore di numerosi eventi internazionali, come il Premio Eccellenza Italiana che, quest’anno giunto alla sua quarta edizione, si terrà ancora a Washington D.C.

 

di Maria Pia Cartoni
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Intervista al prof. Leopoldo Rizzi, sindaco di Vigo di Fassa candidato al Premio Eccellenza Italiana 2017

Ieri mattina a Milano abbiamo incontrato il sindaco di Vigo di Fassa, il professor Leopoldo Rizzi, il Comune candidato al Premio Eccellenza Italiana 2017, e ci siamo fatti una bella chiacchierata in Galleria Vittorio Emanuele II.

Sindaco, abbiamo saputo che il suo Comune è tra i candidati al Premio Eccellenza Italiana.

“Sì, è così. Abbiamo lavorato bene e siamo stati premiati. Badi bene che, però, non abbiamo ancora vinto il Premio, siamo solo tra i candidati” [ride].

Ma già la candidatura vuol dire molto.

“Potrei sembrare un po’ di parte, ma…ne sono convinto”.

Bene, ora passiamo alle domande. Come crede ve lo siete meritati il premio?

“Bhè, anzitutto per la bellezza naturale straordinaria che possiede Vigo di Fassa, tant’è vero che è una zona UNESCO, e l’impero Austroungarico considerava il nostro borgo una delle zone più belle dell’impero. Tuttavia non credo sia la bellezza il reale motivo della nostra candidatura, altrimenti avrebbero dovuto candidare ogni singolo comune d’Italia, che ha le città e i borghi più belli al mondo, quanto piuttosto le nostre idee innovative che, in alcuni casi, siamo riusciti a portare dal piano teorico al piano concreto”.

Professore, ci illustri alcune di queste idee…

“Con piacere.Una su tutte è quella di far partecipare obbligatoriamentead un corso formativo coloro che eletti dalla carica di consigliere comunale passano a quella di assessore. In più, poi, l’assessore deve aprire una fidejussione in rapporto al loro impegno politico. Questa secondo progetto, tuttavia, è già realtà”.

Ci spieghi meglio. Un assessore deve aprire una fidejussione?

“No, non deve in quanto non è previsto dal nostro ordinamento giuridico, ma sarebbe un grande gesto di serietà e responsabilità, e noi abbiamo posto le condizioni affinché ogni assessore possa, in totale libertà, aderire a tale iniziativa. Presso la nostra Cassa Rurale, infatti, ogni assessore può aprire una fidejussione bancaria in rapporto al loro impegno politico. Poiché i cittadinihanno conferito agli assessori un mandato basato sulla fiducia, è giusto che questi paghino se sbagliano o se sono incapaci, data la grande responsabilità che grava sulle loro spalle e per evitare lo sperpero di risorse pubbliche. Il sindaco, quindi, incassa la fidejussione e dimette l’assessore che ha rotto quel patto di fiducia che c’era tra lui e i cittadini. Un po’ come succedeva nell’antica Roma. Quando un Magistrato, eletto dal popolo, utilizzava in malo modo i suoi poteri, allo scadere del suo mandato il popolo poteva decidere di metterlo a morte per fargli pagare gli errori commessi. La differenza tra noi e Roma, però, è il prezzo da pagare in caso di errore: la vita per noi deve essere sempre tutelata, di conseguenza il pegno da pagare è in denaro”.

Quindi è lei, signor sindaco, che incassa la fidejussione?

“Sì, ma non come privato cittadino, bensì come sindaco, e quei soldi sono poi destinati alla cittadinanza. È un modo per rendere responsabili i nostri politici. Dovrebbero pensare di adottarla come regola nazionale, per risparmiare soldi pubblici. Noi, per contenere i soldi di gestione abbiamo anche creato un’unione di comuni”.

Come una comunità montana?

“No, è proprio una fusione. Il comune di Vigo e quello di Pozza sono confinanti e non ha senso che abbiamo due differenti amministrazione, così, dopo aver ottenuto l’85% di consensi, saranno fusi per permettere una miglior gestione e un grosso risparmio in termini di denaro”.

Ottima idea. Ora, però, starete litigando sul nome, o sbaglio?

“Mi spiace dirglielo ma si sbaglia. Da noi il sentimento religioso, per quella che è la religione Cattolica, è molto forte, così il nuovo comune allargato sarà chiamato San Giovanni. Comunque…vuole sapere un’altra innovazione che potrebbe esserci valsa la candidatura al Premio?”

Leggo una nota di orgoglio nella sua voce. Prego, siamo tutto orecchi.

“Motivo di orgoglio c’è. In progetto abbiamo la creazione di un sentiero montano che collega tutte le malghe della nostra valle, che sono circa una decina, affinché i turisti possano entrare a contatto diretto con la vita dei malghesi, vedendo come si producono i classici prodotti caseari, dal latte al formaggio passando per lo yogurt”.

Immagino non quello Greco…

[ride] “No, yogurt autoctono. Siamo orgogliosi delle nostre origini e le rivendichiamo, ovviamente senza disprezzare nessuno, tanto che il sindaco di Vico è entrato nei referenti ONU e sta preparando l’entrata della comunità linguistica di minoranza Ladina del Comune di Vigo di Fassa nel Global Compact, l’unico ente riconosciuto ONU in cui fanno parte soggetti privati”.

Siete sicuri che possa essere riconosciuta?

“Lo speriamo vivamente. La “questione ladina” deve essere risolta al più presto. Sono troppi anni che va avanti, sin dalla sua frantumazione dopo la prima guerra mondiale”.

Le iniziative sono tante e la candidatura al Premio Eccellenza Italiana è meritata. Ora, però, non ci resta che augurare un in bocca al lupo al Comune di Vigo di Fassa e, anche se non dovesse vincere il Premio, armarci di scarponcini e andare a scoprire per le malghe della Val di Fassa come si produce lo yogurt (non greco).

Comunicato Stampa

Lunedì 15 maggio alle ore 16:00 presso il Porto di Napoli si terrà un convegno dal titolo “L’Emigrazione dei meridionali nel mondo. Un Museo per ricordare”, organizzato da Asmef, durante il quale è previsto un intervento dell’ideatore del Premio Eccellenza Italiana, Massimo Lucidi. Quest’anno, giunto alla sua IV edizione, il Premio Eccellenza Italiana opera nell’ambito delle giornate dell’emigrazione che giungono alla XII edizione.
L’evento, patrocinato da Asmef, sin dalla I edizione, ha previsto numerose personalità conferendogli, così, autorevolezza ed istituzionalità. Il patrocinio della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, inoltre, è il segno che l’emigrazione italiana è un tratto distintivo della nostra storia e della nostra cultura, e permette al Premio Eccellenza Italiana di valorizzare, nel solco di un ragionamento istituzionale, il valore dell’italianità nel mondo che si richiama a quei valori Italiani della bellezza.

Intervista al Sindaco di Pontecagnano, comune candidato al Premio Eccellenza Italiana 2017

Il Sindaco di Pontecagnano, Ernesto Sica, è uno dei candidati al Premio Eccellenza Italiana 2017 per le innovazioni che sta apportando presso il suo comune dal punto di vista artistico-culturale ed industriale.

Il Premio Eccellenza Italiana, oramai giunto alla sua quarta edizione, è stato ideato da Massimo Lucidi, giornalista economico, e quest’anno si terrà il 14 ottobre 2017 sempre al Cafe Milano, di Franco Moschese, a George Town, in Washington DC.

Ernesto Sica si è reso disponibile per una breve intervista nella quale spiega i progetti che gli sono valsi la candidatura al Premio.

Sindaco, descriva brevemente i progetti che Le sono valsi la candidatura al Premio.

“Il primo è un progetto di valorizzazione artistica-culturale del nostro museo nazionale, il secondo, invece, tratta lo sviluppo industriale nella zona salernitana”.

Che tipo di valorizzazione ha in mente per il museo?

“Il nostro museo è il Museo Archeologico Nazionale intitolato agli Etruschi di Frontiera. Stiamo creando le condizioni per favorire un accordo tra il pubblico ed il privato così da avviare il sostegno necessario alle tante iniziative che ogni anno invadono il nostro museo per valorizzarlo. Questo accordo, inoltre, è teso a favorire la trasformazione dell’area adiacente al polo museale per migliorare la viabilità e creare uno spazio espositivo ad hoc”.

Cosa intende con “spazio espositivo ad hoc”?

“Un’area che periodicamente ospiti manifestazioni di stampo culturale ed artistico per dare quel valore aggiunto che il nostro museo merita”.

Passiamo ora allo sviluppo industriale. Come si sta muovendo?

“Stiamo realizzando un’area, che non comprende solo il nostro comune, in grado di accogliere le opportunità della provincia di Salerno e di attrarre gli investitori italiani. Da dieci anni ad oggi abbiamo attivato interventi che portano in quella direzione, con lo scopo di convogliare le infrastrutture dando la possibilità agli investitori di realizzare la propria industria su tale area”.

Sono previste agevolazioni fiscali per chi sceglie di investire sul territorio?

“Ovviamente. Per gli investitori sono previste le massime agevolazioni fiscali, con un solo limite: la normativa nazionale”.

USIT E’…

Una company di diritto americana basata nello Stato della Florida, con una succursale a Manhattan nella Trump Tower, perché nord e sud dell’USA, il mondo del business e del leisure sono due facce della stessa medaglia.

USIT è composta da grandi personalità, tra le quali spiccano certamente le seguenti figure: Massimo Lucidi, 43 anni, esperto di marketing internazionale, giornalista e grande public relation Man della comunicazione.

Dopodiché troviamo; Stefano Cervati, 42 anni, industriale bresciano ed imprenditore poliedrico arricchito da talento e nobiltà d’animo che manifesta anche con interesse al campo artistico.

Infine abbiamo il grande George Guido Lombardi, nato in Svizzera da padre italiano, parla correttamente la lingua degli affari in italiano, inglese e francese; vive nel suo appartamento nella Trump Tower con un vicino diventato presidente che frequenta da oltre trent’anni e che incontra anche a Mar a Lago, dove ha pure casa.

Inutile dire che si occupa di business, non solo immobiliari, dalla nascita.

Il nostro impegno è quello di essere Business Introducer; una figura questa regolamentata in USA che studiando i mercati e le opportunità è in grado di concretizzarle per ciascuna impresa e professionista coinvolti nel matching derivante dalla propria attività di networking.

Due termini che ci contraddistinguono per l’appunto sono: NET WORKING e NET REPUTATION.

La prima riguarda il valore del lavoro ed il confronto con il prossimo, la seconda invece la più alta forma di reputazione che deriva dalle capacità di racconto che Google offre alla tua persona, iniziativa, professione ed impresa.

I nostri obbiettivi sono quelli di: cogliere e creare opportunità in America per le Eccellenze italiane, aziende e professionisti.

Dare una chance, raccontando il Merito del Talento italiano creando momenti d’incontro e formazione personale, ma pure di networking e business, crescita commerciale e dei fatturati.

Questo è il lavoro del business introducer sopracitato.

Il nostro compito è quello di studiare i dossier dei vari candidati, intervistando proprietari e manager e verificando company profile e budget, documenti e piani di sviluppo, USIT institute sottopone al vaglio dei propri interlocutori istituzionali privilegiati una serie di considerazioni che possano o meno valorizzare il tipo di intervento.

I candidati che superano questa premessa/analisi vengono invitati a sottoscrivere la linea di azione suggerita per la quale nasce un rapporto fiduciario verificabile a tempo con una qualificazione economica largamente ancorata ai risultati.

Tutto questo viene portato alla luce con il “Premio Eccellenza Italiana”, ideato dal già citato in precedenza giornalista Massimo Lucidi, il quale premio il giorno 14 ottobre 2017 giungerà alla sua quarta edizione.

Inutile parlare del prestigio riguardante questo premio che è nato con l’obbiettivo di premiare l’Italia del merito: professionisti, aziende, imprenditori e prodotti italiani che meritano di essere conosciuti per la propria storia fatta di Passione, Impegno e Ricerca del Bello del Buono e del Giusto.

Il racconto del premio, e delle aziende e professionisti a esso collegati, si sviluppa in numerosi occasioni capaci di sviluppare net reputation e networking: dall’apertura delle Nomination a Miami, fissata nella terza settimana di luglio, alle attività di promozione istituzionale in Italia in Parlamento. Con incontri, forum e convegni dedicati al Premio ed eventi sui territori locali.

Il Premio sviluppa reputation e in generale reti di business e relazioni d’affari, anche internazionali.

La giuria del palco sarà così composta: Santo Versace, Philippe Daverio, Stefano Zecchi, Luca Piretta, l’ambasciatore Giulio Terzi, l’avvocato Arthur J Furia, gli imprenditori Franco Nuschese e George Guido Lombardi.

Eventi imminenti molto importati sono invece quelli: del 24 Aprile in Trump Tower, importante momento di networking tra imprese e professionisti italiani e americani, un confronto tra “made in Italy” e territorio Oltre Oceano che chiedono ed apprezano l’italianità come valore.

Ed infine quello del giorno seguente: 25 Aprile 2017 incontri istituzionali a Washington D.C.

 

 

I Consiglieri Marco Tizzoni ed Antonio Saggese in Trump Tower per rafforzare i rapporti tra gli USA e la Lombardia

La prossima settimana i Consiglieri Regionali Marco Tizzoni ed Antonio Saggese, della Lista Civica Maroni Presidente, parteciperanno, con una nutrita ed importante delegazione di imprenditori Lombardi, ad un evento nella Trump Tower, residenza della famiglia del neo eletto Presidente degli Stati Uniti.

L’evento, organizzato dall’USIT Institute, guidato dal giornalista economico Massimo Lucidi con l’imprenditore bresciano Stefano Cervati, e dall’opinionista politico George G. Lombardi, amico personale del Presidente Donald Trump nonché suo co-inquilino, ha lo scopo di promuovere la collaborazione imprenditoriale, commerciale e culturale tra l’Italia e gli Stati Uniti.

L’incontro ha anche l’obiettivo di valorizzare il Made in Italy ed il Made in Lombardy sviluppando ed implementando le pubbliche relazioni trans atlantiche.

Durante l’iniziativa, il Consigliere Marco Tizzoni, premierà con una targa, donata dall’Usit Institute, il Monsignor Hilary Franco – Osservatore della Santa Sede alle Nazioni Unite – da sempre impegnato contro il terrorismo internazionale, le mafie e per promuovere la pace nel mondo.

Sono onorato, dichiara il Consigliere Regionale Marco Tizzoni, di essere stato invitato a fare parte di questa delegazione di imprenditori Lombardi ad una missione che si preannuncia entusiasmante. Il 24 sarò ospite in Trump Tower esattamente un piano sotto l’appartamento dove attualmente risiede l’intera famiglia Trump. Sarà una giornata indimenticabile. Da sempre credo nell’internazionalizzazzione e poter sostenere i nostri imprenditori nello sviluppo del  loro business negli USA è un fatto che mi riempie di felicità ed orgoglio. Sono certo che le buone relazioni che ho instaurato in questi ultimi mesi con George Lombardi ed altri facoltosi Italo Americani permetteranno, ai sempre dinamici imprenditori Lombardi, di cogliere appieno le nuove opportunità che gli States offrono. Anche gli aspetti culturali e di pace, soprattutto in questo momento di grande preoccupazione ed instabilità, sono temi che particolarmente mi stanno a cuore. Premiare Monsignor Hilary Franco della Santa Sede sarà un momento altamente emozionante”.   

 “Sono lieto, commenta il Consigliere Regionale Antonio Saggese, di partecipare all’incontro perché, tra il tessuto economico americano guidato da Trump e gli auspici dei piccoli e medi imprenditori Italiani, ci sono molti elementi in comune. Entrambi auspicano la tutela della produzione domestica e la salvaguardia del lavoro per i rispettivi connazionali che globalizzazione e delocalizzazione hanno contratto negli ultimi anni. La chiusura delle trattative del Trattato di liberalizzazione commerciale transatlantico (meglio conosciuto come TTIP) e una marcata attenzione sulla questione bancaria e finanziaria, argomenti per i quali ho rispettivamente organizzato in Regione Lombardia un convegno e presentato una mozione in Consiglio Regionale per il ripristino della Glass Steagall nell’autunno 2013,  sono argomenti che sentiamo in comune per una ripresa economica anche del nostro paese”.

Dal Trump International Hotel di Washington DC – Video Intervista